Le Ali Morali | Il Davide di Michelangelo // “La bellezza e il Coraggio”
16039
post-template-default,single,single-post,postid-16039,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-5.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.4,vc_responsive

01 Oct Il Davide di Michelangelo // “La bellezza e il Coraggio”

Davide di Michelangelo è uno dei simboli più noti del Rinascimento, in cui una nuova idea di bellezza si fonde con l’idea di coraggio e di forza. La scultura celebra l’audacia, l’ardire, la forza di accettare le sfide.

Il Davide illustra la storia di un ragazzo che scelse di vivere fino in fondo ciò in cui credeva, un ragazzo che osò l’impossibile affrontando il gigante Golia. Tutte le probabilità erano contro di lui. I due eserciti erano schierati sui lati opposti della montagna ma l’esercito israeliano era terrorizzato; nessuno per quaranta giorni aveva osato farsi avanti e accettare la sfida del campione filisteo. Golia era un uomo d’esperienza, un soldato di professione; Davide era un suonatore d’arpa e un pastore di pecore. Golia era armato pesantemente, dotato di corazza, schinieri per le gambe, elmo, lancia e giavellotto. Davide aveva una fionda e un sacchetto con cinque sassi scelti nel torrente. Golia era alto quasi tre metri; Davide non era che un ragazzo, ma saldo di carattere, abile con la fionda e di grande coraggio.

Davide accettò la sfida, non cedette alla paura e sconfisse il gigante.

Non aveva molto, ma quello che aveva con sé, nel proprio sacchetto oltre che nel proprio cuore, era determinato a usarlo tutto e con forza per abbattere la montagna che gli stava davanti.
Un vero esempio di Coraggio che ci indica una via: non preoccupiamoci delle cose che non abbiamo (giavellotto, lancia, elmo, minore esperienza, ecc…) ma usiamo i mezzi di cui disponiamo fino in fondo, senza riserve.

SPESSO PER REALIZZARE I NOSTRI SOGNI CI SONO GIGANTI DA ABBATTERE. IL DAVIDE DI MICHELANGELO CI RICORDA COME PUÒ FINIRE LA STORIA.